Skip to main content

Di seguito proponiamo un esempio di proporzione Aurea sul budget per il marketing relativo ad ogni tipo di azienda.

Vi siete mai chiesti quale dovrebbe essere il budget annuale per il marketing?
Definire un investimento da destinare al marketing è fondamentale per ogni azienda, dalla microimpresa alla multinazionale.

Il budget per il marketing si definisce in base a diversi parametri, che sono:

  1. Numero di dipendenti;
  2. Fatturato dell’azienda;
  3. Obiettivi dell’azienda espansionistici o protezionistici;
  4. Comportamento dei competitor;
  5. Tipologia di azienda;
  6. Aspettative di crescita della base clienti;
  7. Tempi per il raggiungimento degli obiettivi.

Rispetto al fatturato previsionale che si vuole ottenere il budget ideale per il marketing è dal 5% al 10%

  • Intorno al 5% per le aziende che sono in un mercato non troppo competitivo e che vogliono mantenere le proprie quote.
  • Intorno al 10% per le aziende che vogliono incrementare le proprie quote di mercato oppure se c’è molta competizione nel settore e devono quindi avere visibilità maggiore rispetto ai competitor.
  • Le startup dovrebbero investire in media tra il 20% al 30% nei primi anni, per emergere rispetto a realtà più consolidate e anche semplicemente per farsi conoscere.

Facciamo un esempio:

Su un fatturato di 1.000.000€ si decide di investire il 10% (il massimo del rapporto aureo) ponendosi come obiettivo almeno lo stesso fatturato previsionale. Se invece si prevede, come obiettivo, di passare da 1 milione a 2 milioni di fatturato allora occorre mettere come budget marketing il 10% di 2 milioni.

Dimensione d’impresa

  • Micro imprese: meno di 10 dipendenti. Fatturato inferiore a 2 milioni di euro.
  • Piccole imprese: da 10 a 49 dipendenti. Fatturato inferiore a 10 milioni di euro.
  • Medie imprese: meno di 250 dipendenti. Fatturato inferiore a 40 milioni di euro.
  • Grandi imprese: più di 250 dipendenti. Fatturato superiore ai 40 milioni di euro.

Fonte:bitmat