Skip to main content
Cyber security e Data Center

Come difendersi dagli attacchi informatici? Con il ‘tecnologo’ della sicurezza

La società moderna, sempre più dipendente dalle tecnologie Ict, è esposta continuamente a nuovi e diversi attacchi informatici. Il 2017 è stato caratterizzato da una serie di cyberattacchi, che hanno manifestato la vulnerabilità di Istituzioni, enti e aziende. Due esempi su tutti: Wannacry e NotPetya.

 

Prevenzione” e “Governance” sono quindi le parole chiave di un moderno ed efficace approccio alla “Homeland Security”, definizione nata per rappresentare le esigenze di protezione delle risorse umane, economiche, patrimoniali e culturali di una singola nazione, oggi rappresenta un dominio più vasto che ricomprende l’esigenza di protezione dei valori di una comunità di popoli che condividono infrastrutture, mercati, culture, interessi economici e stili di vita comuni.

 

Tutto ciò fa nascere l’esigenza della nuova figura professionale del tecnologo della sicurezza, una figura in grado di effettuare analisi economiche, tecniche e sociali per evidenziare possibili minacce, vulnerabilità e rischi per l’azienda, di individuare le soluzioni tecnico-organizzative che meglio si prestano a prevenire e contrastare i diversi fenomeni, di progettare, realizzare, implementare e gestire tali sistemi.

 

A questo ha pensato l’Università Campus Bio-Medico di Roma, che organizza il master di secondo livello “Homeland security – Sistemi, metodi e strumenti per la Security e il Crisis Management, un corso di formazione che mira a formare tecnici e professionisti in grado di supportare il processo di analisi delle esigenze di sicurezza, di identificazione delle contromisure da adottare e di progettare e sviluppare soluzioni integrate per ciò che riguarda l’attuazione, la gestione e l’esercizio di procedure e sistemi di sicurezza.

 

Il Master, articolato in attività didattica, tirocinio formativo e elaborazione del project work ha una durata di 12 mesi. In particolare, ha l’obiettivo di fornire gli strumenti metodologici e le conoscenze necessarie a chi, in ambito sia pubblico sia privato, deve essere in grado di comprendere i problemi di sicurezza e di definire, attuare e gestire in modo consapevole sistemi, procedure ed azioni da adottare per prevenire, contrastare e limitare le diverse minacce nonché gestire eventuali situazioni anomale, di allarme o di crisi.

 

In definitiva, meno soccorso più prevenzione, più governance meno urgenza sono le leve di una nuova politica di superamento delle emergenze, partendo dalla formazione di giovani professionisti.

The post Come difendersi dagli attacchi informatici? Con il ‘tecnologo’ della sicurezza appeared first on Key4biz.

Lascia un commento